Rituali

Rituali

Un rito è una struttura di iniziata molto precisa, cesellata nel corso dei secoli da saggi iniziati e che mira ad aiutare il muratore a svilupparsi a tutti i livelli, morale, etico, sociale, ma soprattutto spirituale. Raggiungere ciò che i greci chiamano con Socrate e Platone "lo stato di saggezza", quello che i cristiani chiamano "illuminismo", quello che i giapponesi chiamano "i Satori", ciò che gli indù chiamano "realizzazione spirituale", è l'obiettivo primario e fondamentale di tutta la Massoneria, anche se alcuni tendono a dimenticare – o dimenticare a titolo definitivo quest'ultimo punto, "confondendo la religione" e la "spiritualità" , o confondendo il "clericalismo
" con la "religione". Tutti i massoni, tuttavia, essendo uomini fondamentalmente liberi e tolleranti, si considerano fratelli e accettano che ognuno coltivi le proprie convinzioni e segua il proprio cammino spirituale. I massoni sono, in sostanza, contrari a qualsiasi dogmatismo, qualunque esso sia. È comprensibile che non si possa entrare nei dettagli dell'avvio.

La nostra obbedienza permette la pratica dei seguenti rituali:

  • Il rito scozzese antico e accettato
  • Il rito francese
  • Il rito scozzese rettificato
  • L'emulazione del rito.
  • Il Rito Menfila Misraàm
  • Il rito di York
  • Il rito scozzese primitivo
  • Lo standard di rito della Scozia

L'ANTICO E ACCETTATO RITE SCOZZESE

Questo rito proviene dal Rito della Perfezione con 25 gradi. Fu convertito in un rito di 30 gradi alti oltre ai primi tre ranghi simbolici dal Consiglio Supremo di Charleston (Carolina del Sud 1801) frequentato da un francese: Alexandre de Grasse-Tilly. Quest'ultimo, che tornò in Francia nel 1804, insediò il Consiglio Supremo di Francia a Parigi.

Questo rito di alti voti poi si diffuse, soprattutto in America e in Europa. Il Consiglio Supremo di Francia doveva definire per i propri rituali di obbedienza ai primi tre ranghi, le altre obbedienza che praticano questo rito dovevano essere ispirate da esso. I voti alti si riferiscono ai testi dell'Antico e del Nuovo Testamento. Questo rito si difende dall'essere focalizzato sulla tendenza religiosa che rappresenta: il suo simbolismo ed esoterismo studiati regolarmente e gradualmente portano il materiale massone per arricchire il suo sviluppo personale.

IL RITO FRANCESE

Il rito francese ha le sue origini nell'introduzione della massoneria in Francia intorno al 1720, grazie all'immigrazione britannica per motivi politici e religiosi.

Si basa sui testi fondamentali delle logge dell'isola, in particolare scozzesi, risalenti al XVII secolo e tiene conto dei contributi del suo sviluppo in Francia durante il XVIII secolo fino ai testi normativi e al rito francese noto come Moderne, nato nel 1783, con il quale non può essere confuso.

I nomi "Rito francese" e "Rito moderno" sono in ritardo e non appaiono fino alla fine del XVII secolo. Le sue fondamenta e i suoi rituali sono molto simili a quelli del rito francese chiamato "Traditional" fissato nel ventesimo secolo: dalle stesse fonti provengono dallo stesso spirito.

Fedele alla concezione originale della massoneria speculativa che la anima, è il Gran Capitolo dei Principi Sovrani Rose-Cross del Rit francese che gestisce il Regime francese.

La struttura rit
uale è costituita dalle logge simboliche conosciute come San Gio
vanni, che operano nei primi tre grad
i o gradi di apprendista, compagno e maestro :P.

IL RITE SCOZZESE RECTIFIED

Il rito scozzese, rettificato nella sua forma attuale, nacque a Lione nel 1778, dove fu attaccato al "Convento nazionale dei Galli".

Si basa sulla continuità della massoneria francese del XVIII secolo, deriva da quello che viene chiamato il "Masonry of the Moderns", in contrasto con la "Massoneria degli Antichi" che lo comprende, il rito antico e scozzese accettato e lo stile di emulazione del rito inglese.

Saranno aggiunte altre componenti, con una dottrina che si riferisce agli insegnamenti di Martinez de Pasqually e all'influenza di Louis-Claude de Saint Martin che sono con Jean-Baptiste Willermoz considerati i "Padri Spirituali" del Rito. Queste molteplici componenti e il suo esoterismo cristiano lo fanno sembrare difficile da avvicinare.

Il R.E.R., uno dei più antichi riti massonici, forma un sistema completo e costituisce quindi una vera e propria progressione nel processo di avvio. Costruito sotto forma di regime massonico, il sistema è completato da una dimensione cavalleresca, che si svolge nel suo Ordine Interno ispirato all'antica cavalleria medievale negli Ordini Militari e Religiosi.

Il concetto di regime corrisponde all'Ordine nella sua organizzazione strutturale, che si basa su riti sfalsati che riguardano la pratica rituale stessa. L'ensemble fu definitivamente approvato e i suoi rituali formalizzati al Convento di Wilhelmsbad nel 1782, quattro anni dopo la sua nascita. Poco e spesso poco conosciuto, ha conosciuto per mezzo secolo un crescente interesse.

Nel nostro tempo, in pratica i primi tre ranghi "blu" sono sotto la dipendenza delle Grandi Loggie, mentre il quarto grado "verde" dipende dalle grandi Priorità nazionali e indipendenti dell'Ordine dei Cavalieri Benevoli della Città Santa.

Questa divisione amministrativa, tuttavia, non impedisce la continuità dei contenuti dal primo al quarto rango per la semplice ragione che i loro rituali sono stati scritti da un solo uomo, J-B. Willermoz, 1778-1809. Da lì viene il carattere specifico al rettificato, che ogni grado completa il grado precedente e annuncia il successivo in perfetta coerenza del tutto.

Tra i principi che sostiene e si trova in tutta la massoneria tradizionale, la benevolenza è essenzialmente affermata.

L'EMULATION RITE

La Grande Loggia Unita d'Inghilterra, nata nel 1813 dalla fusione delle due grandi logge inglesi, spesso rivali, (Moderns of 1717 e Antients of 1751) addebitò una delle sue logazioni l'Emulazione del Miglioramento Lodge, per unificare le pratiche rituali di queste due origini.

In un primo momento, il rituale è rimasto nella vecchia tradizione orale ed è stato solo nel XIX secolo che i testi stampati sono stati tollerati. Tuttavia, l'oralità rimane una regola del rito. I testi, non letti, sono detti in una forma teatrale accompagnata da un gesto preciso. L'apprendimento del "a memoria" è quindi considerato un metodo fruttuoso per assimilare e scoprire il significato nascosto del rituale, cioè il progresso sulla via dell'avvio.

Questo rito anglosassone è accompagnato da un grado laterale, quello della muratura dell'Arco Reale. Mentre era considerato un rango più alto di Master, si trova nella posizione di un grado elevato in relazione al rito di Emulazione. Il Suo Capitolo è quindi chiamato ad accogliere massoni che detengono la Maestria dell'emulazione del rito.

IL RITO DI MEMPHIS

Prima del 1721, quando fu menzionato per la prima volta, il cosiddetto Rito "Narbonne" esisteva a Narbonne.

Era l'erede di due correnti del passato egiziano e rosicruciano. Egiziano dall'"Ordine degli Architetti Africani" (preso qui nel senso dell'Egiziano) e Rosicrucian dai "Fratelli della Rosa della Croce d'Oro" (o Asia: in realtà EASIE che erano le iniziali di 'Eques A Sancti Johann evangelisti').

Questo rito era quasi scomparso quando nel 1779 fu riportato al suo vigore primitivo dal marchese di Chiefdebian sul modello del rito filante e prese il nome di Il rito primitivo delle Filane o Il Rito Primitivo di Narbonne.

Nel 1798, ufficiali dell'esercito di Bonaparte, tutti i membri del Grande Oriente di Francia e seguaci del Rito Narbonne, in missione in Egitto, entrarono in contatto con gli iniziati del Sufismo e con i Druse I Collegi di Inizio del Libano.

Decisero di rinunciare alla parentela della Grande Loggia d'Inghilterra e di creare un nuovo Rito. Così nacque la Loggia "I discepoli di Memphis" al Cairo, seguendo la tradizione del Rito narbonne.

Samuel Honis, iniziato in questa Loggia, tornò in Francia nel 1814 e si stabilì a Montauban il 23 maggio 1815 una sussidiaria della Loggia "I Discepoli di Memphis" che divenne la Madre-Loge del Rito di Memphis.

21 gennaio 1816: MARCONIS viene eletto Gran Hierophant.

23 marzo 1838: Creazione a Parigi della Loggia "OSIRIS".

21 maggio 1838: Creazione a Bruxelles del Lodge "The BIENFAISANCE".

17 giugno 1841: divieto da parte del Prefetto di Polizia di Parigi a seguito di una denuncia per la condotta repubblicana.

5 marzo 1848: Autorizzazione a riprendere i lavori.

I Grand National Lodges furono istituiti in vari paesi, tra cui Romania, Stati Uniti d'America, Egitto, Australia e Inghilterra, dove fu ufficialmente installato alla Free Mason's Hall di Londra il 4 giugno 1872.

Il RITE DI MISRA-M

Questo rito apparve (o meglio riapparve) a Venezia nel 1788. È quindi uno dei più antichi in Francia. Un gruppo di Sociniani (setta protestante anti-trinitaria) ha ricevuto da Cagliostro un brevetto costituzionale. Conferì loro i primi tre ranghi della massoneria, che egli stesso tenne regolarmente nella Grande Loggia Unita d'Inghilterra. Egli ha anche conferito loro gli Alti Gradi della Massoneria Templare Tedesca, che ha anche tenuto come regolarmente.

Il rito si diffuse rapidamente in Italia e apparve in Francia con i fratelli Bédarride che, dal 1810 al 1813, svilupparono con successo questo rito, quasi sotto la protezione del rito scozzese. Il Rito di Misraim ha stretti legami con i Carbonarii, di cui diventa vivaio e rifugio. Cinquanta rifugi sono creati nei Paesi Bassi, in Francia e in Svizzera.

Nel 1818, gli Statuti Generali dell'Ordine di Misraim per i Paesi Bassi furono pubblicati a Bruxelles. C'erano già delle logge, in particolare ad Anversa, Mons, Courtrai e Bruxelles.

Nel 1829, il Rito fu introdotto in Scozia e Irlanda.

Nel 1822 fu denunciato alla polizia come "Nemico dello Stato, dell'Altare e del Trono", ma la polizia non fu in grado di vietarlo.

Il 18 gennaio 1823, tuttavia, una perquisizione della casa del fratello Vehrnes a Montpellier scoprì documenti violentemente anticlericali e il Rito fu bandito.

Riprese le operazioni nel 1838. fu nuovamente bandito nel 1841 e infine restaurato nel 1848.

IL MEMPHIS-MISRA-M RITE

Poco dopo la sua installazione in Inghilterra (4 giugno 1872), la Gran Loggia di Memphis di quel paese nominò il generale Garibaldi membro onorario e furono immediatamente stabilite relazioni con il Consiglio Supremo Scozzese di Sicilia e il Grande Oriente d'Egitto.

Il 26 ottobre 1876, il Grande Oriente Nazionale d'Egitto (Rito di Memphis) diede all'illustre fratello Garibaldi il titolo di Gran Maestro ad vitam. Fu sotto la sua Grande Maestria nel 1881, dopo molte discussioni, che i Riti di Memphis e Misraim, che avevano gli stessi Alti Dignitari nella maggior parte dei paesi, si fusero. Questa fusione fu formalizzata a Napoli nel 1899 e prese il nome di "Antico e primitivo rito orientale di Memphis-Misraim". Garibaldi è stato spesso indicato come "un vero cittadino del mondo" e definito come il "Cavaliere dell'Umanità". Era soprattutto un "raccoglitore" stimato per il suo sincero altruismo, integrità e coraggio. Aveva un grande sogno: "Gli Stati Uniti d'Europa". Sostenne l'unità tra gli uomini ed era convinto della necessità di combattere "per l'umanità e la libertà in generale".

Inclaabile oppositore della Chiesa romana, chiese la separazione tra Chiesa e Stato. Voleva introdurre l'istruzione obbligatoria, libera e secolare abolendo le congregazioni religiose; tuttavia, ha respinto l'ateismo, l'indifferenza e il "materialismo miserabile". Victor Hugo scrisse di lui: "Garibaldi, cos'è Garibaldi? È un uomo, niente di più. Ma un uomo in tutto il significato sublime della parola. Un uomo di libertà, un uomo di umanità.

Va anche notato, per la storia del Rito, che nel 1925, a causa della situazione politica e dell'atteggiamento del governo fascista, il Rito andò a dormire in Italia.

Durante la guerra 40-45, il Gran Maestro d'Onore del Passato del Passato Sereno Robert Ambelain, continuò ad operare clandestinamente la "Alessandria d'Egitto" Lodge in patria durante tutta la guerra.

Come altre obbedienze, anche l'Ordine di Memphis-Misraim dovette rendere omaggio. Così, il 26 marzo 1944, Constant Chevillon, Gran Maestro Sereno di Francia, fu assassinato con una mitragliatrice dalla milizia di Vichy.

Il 20 aprile 1945, il fratello Georges Delaive, Gran Maestro del Belgio, morì decapitato con un'ascia nel cortile della prigione di Brunswick. Anche altri massoni morirono nei campi, vittime sia del loro ideale massonico che del loro patriottismo.

Grazie a questi illustri massoni e agli attuali Grandi Maestri, il Rito Memphis-Misraàm perpetua le sue tradizioni di fedeltà ai principi della fratellanza e delle scienze dell'avvio.

Attualmente il rito è presente in diverse obbedienze. E molti dei nostri fratelli sognano di ricongiungersi a ciò che è stato disperso…

Era l'erede di due correnti del passato egiziano e rosicruciano. Egiziano dall'"Ordine degli Architetti Africani" (preso qui nel senso dell'Egiziano) e Rosicrucian dai "Fratelli della Rosa della Croce d'Oro" (o Asia: in realtà EASIE che erano le iniziali di 'Eques A Sancti Johann evangelisti').

Questo rito era quasi scomparso quando nel 1779 fu riportato al suo vigore primitivo dal marchese di Chiefdebian sul modello del rito filante e prese il nome di Il rito primitivo delle Filane o Il Rito Primitivo di Narbonne.

Nel 1798, ufficiali dell'esercito di Bonaparte, tutti i membri del Grande Oriente di Francia e seguaci del Rito Narbonne, in missione in Egitto, entrarono in contatto con gli iniziati del Sufismo e con i Druse I Collegi di Inizio del Libano.

Decisero di rinunciare alla parentela della Grande Loggia d'Inghilterra e di creare un nuovo Rito. Così nacque la Loggia "I discepoli di Memphis" al Cairo, seguendo la tradizione del Rito narbonne.

Samuel Honis, iniziato in questa Loggia, tornò in Francia nel 1814 e si stabilì a Montauban il 23 maggio 1815 una sussidiaria della Loggia "I Discepoli di Memphis" che divenne la Madre-Loge del Rito di Memphis.

21 gennaio 1816: MARCONIS viene eletto Gran Hierophant.

23 marzo 1838: Creazione a Parigi della Loggia "OSIRIS".

21 maggio 1838: Creazione a Bruxelles del Lodge "The BIENFAISANCE".

17 giugno 1841: divieto da parte del Prefetto di Polizia di Parigi a seguito di una denuncia per la condotta repubblicana.

5 marzo 1848: Autorizzazione a riprendere i lavori. I Grand National Lodges furono istituiti in vari paesi, tra cui Romania, Stati Uniti d'America, Egitto, Australia e Inghilterra, dove fu ufficialmente installato alla Free Mason's Hall di Londra il 4 giugno 1872.

IL RITO DI YORK

Lo sviluppo del rito york coincise con l'espansione della Grande Loggia degli Antichi all'inizio del XVIII secolo. Più "cristiana", questa pratica rituale sarà difesa anche da Laurence Dermott nel suo Ahiman Rezon.

Anche se il rito di York è stata la sua genesi in Scozia, sono stati i massoni irlandesi che hanno contribuito ad esportarlo in Nord America nel XVIII e all'inizio del XIX secolo.

Prende il nome di rito americano per distinzione con il rito di emulazione che è codificato quando le logge degli Antichi e moderni si uniscono nel 1813. Gli Stati Uniti, assenti dall'unione tra queste due concezioni di massoneria emerse in Gran Bretagna, conservano così tutta l'originalità e l'autenticità di questo rito.

Non è raro negli Stati Uniti che il rito di York venga eseguito in tandem con l'antico e accettato rito scozzese. Questo incoraggiò la creazione nel 1957 a Detroit dello York Rite College al fine di difendere e promuovere questo rito.

Il rito di York si basa in particolare sulla Bibbia e ancor più sull'Antico Testamento. Il segno dell'ordine è sempre preceduto dalla frase "Dio Mantenere". Il processo di iniziazione, dalle logge blu al grado di Cavaliere della Croce Rossa di Costantino, contenuto nel rito di York, è che il massone massone passi dal Tempio di Salomone (dell'Antico Testamento) che ricostruì ricevendo la gnosi per un Tempio della portata più cristiana perseguita dai Comandanti.

Il Rito di York è diviso in 14 gradi raggruppati in 5 categorie:

– Prima categoria – Blue Lodges: 1. Apprendista, 2. Compagno, 3. Master.

– Seconda categoria – Capitoli e Arco Reale: 4. Maestro del marchio, 5. Maestro passato del marchio, 6. Maestro molto eccellente, 7. Mason dell'Arca Reale. Si
dice che i rituali dell'Arca Reale siano stati codificati nel 1797 a Bosto
n.Il prende il suo simbolismo sull'Arca dell'Alleanza contenuta nel Tempio di Salomone.

– Terza categoria – Consulenza e massoni criptici: 8. Maestro reale, 9. Master Select, 10. Super eccellente maest
ro. I rituali del Concilio sono molto più moderni. Si ritiene che siano stati codificati all'inizio del XIX secolo. Un consiglio che completa i gradi del capitolo sotto il riferimento mitologico delle cripte del Tempio di Salomone.

– Quarta categoria – Comandanti e Cavalieri del Tempio: 11. Cavaliere della Croce Rossa, 12. Cavaliere di Malta, 13 anni. Cavaliere del Tem
pio.I Comandanti hanno una dimensione più cristiana dei Capitoli o del Concilio. Passano dal Tempio di Salomone agli Ordini Templari.

– Quinta categoria – Grandi campi: 14. Cavaliere della Croce Rossa Costantino.