Informazioni sul Gran Maestro

Gran Loggia massonica francese della tradizione

Se devo definire che cosa è il massone, è così che definirei semplicemente l'oggetto.

Negli anni 1680 due grandi correnti di pensiero si unirono… compagnia e logge scozzesi attraverso l'Inghilterra. Le due correnti lavoreranno sodo per creare i ricami di quello che oggi chiamiamo F.M. (spiegare come funzionavano i salari dei compagni). Intorno al 1780/1820 il lavoro della compagnia operativa di semplici costruttori operai di cattedrali e grandi capolavori e l'opera speculativa di nobili inglesi che detengono la cultura che permetterà di avere le finanze per cause umanitarie e caritative. I primi tontini saranno messi in atto.

Al giorno d'oggi l'aspetto caritatevole funziona ancora, ma l'opera essenziale dei resti massoni sono il lavoro personale. Per rispettare l'universalismo della fede, credono tra le altre cose nel Grande Architetto dell'universo, e non in Dio, anche se, anche nel loro camerino, alcuni non si riferiscono ad esso.

Donne e uomini fin dalla loro iniziativa vivono la ricerca della loro verità e saggezza seguendo il percorso di un grande affresco o di un grande comico se preferite, rappresentati da gradi di ricerca della conoscenza e dal loro dovere di lavorare per costruire il loro tempio interiore passo dopo passo. Ciò è dovuto alla filosofia, al simbolismo e ai testi delle tradizioni esoteriche.

Il loro obiettivo sarà quello di migliorare e riflettere su come raggiungere la saggezza, l'umanesimo e il rispetto per gli altri.

La massoneria è un ordine con regole rigorose che sono state in vigore fin dall'inizio della sua creazione. Ha i suoi gesti e il suo ritmo.

Morte, rinascita e vita sono per sempre, per noi, la base della continuità…

Un muratore è necessario per il suo stato di obbedire alla legge morale, e se capisce bene l'arte, non sarà mai uno stupido ateo o un libertino irreligioso.

Ma se nei tempi antichi, massoni erano necessari in ogni paese per essere la religione di quel paese o nazione qualunque cosa fosse, tuttavia, è ora considerato che tutti i massoni sono d'accordo, lasciandoli con il loro particolare punto di vista.

Vale a dire, ad essere onesti e buoni uomini e uomini d'onore, qualunque siano le loro confessioni o convinzioni che possono distinguerli, per i quali la massoneria diventa il centro dell'Unione, e i mezzi per conciliare l'amicizia sincera tra fratelli che rimangono sempre lontani.

Il Paradiso non è perduto, è nel Nord del Mondo, dove la luce del Primo Mattino brilla sempre. Da Apollo a Ercole, dal dio Odino l'urlo alla cerva magica che ha sposato il Lupo Blu per generare Gengis Khan…, gli elementi danno vita a una vera indagine di avvio e sono forniti da mitologie, cioè le scienze del mistero.

Il Messaggio dei Costruttori della Cattedrale: Quello che vi fate, hanno detto i Maestri che hanno costruito le cattedrali mentre gli scultori scolpiti nella pietra il messaggio simbolico ed esoterico ereditato dalle civiltà più antiche, in particolare dall'Egitto. Chi erano questi uomini? Quale percorso di iniziazione è necessario andare per entrare realmente nel tempio e scoprire la luce del Primo Mattino, grazie alla fratellanza dei costruttori?

Il Viaggio dell'Iniziativo o I Trentatre Gradi di Saggezza; Le sculture medievali spesso offrono all'uomo un messaggio spirituale. Così, quelli della Cattedrale di Metz illustrano i trentatré gradi di Saggezza che portano alla Conoscenza.

Dal seme alla frutta, dagli alberi secchi ai fiori, l'evoluzione è lunga e talvolta sussidante; ma porta, dalle prove alle sfide, alla pienezza.

Ciò che può insegnare ai miei fratelli è una sorta di labirinto il cui filo conduttore può essere afferrato solo dalla mano di un muratore.

Non pretendo di aver riempito questo vuoto, penso di aver solo indicato come potrebbe essere riempito. È possibile che le mie parole diano origine ad alcune delle opere più complete di questo tipo, e allora il mio lavoro sarà stato utile.

Tutte le parti dell'antico edificio di iniziata sono riunite e mescolate insieme, e sembrano avere solo un insieme confuso di materiali estranei tra loro, ma, un lavoratore un po 'esercitato, può riunirli e classificarsi per formare un insieme perfetto.

Abibal abiram!

Il commento del Gran Maestro sulla spiritualità massonica

Un uomo, un uomo semplicemente che pratica praticamente gli asceticismi di avvio proposti dai rituali della Gran Loggia massonica della tradizione francese, amplia gradualmente la sua Consapevolezza della sua realtà interiore così come la realtà che lo circonda.

Un insider massone non è un mistico alla ricerca di Dio, ma un uomo razionale alla ricerca della Luce, della Conoscenza o della Coscienza.

Non importa quale parola usiamo fintanto che la afferriamo nel nostro essere interiore.L
a nostra società soffre gravemente di un'immensa frustrazione spirituale che dà origine a derive comportamentali violente e disordinate.

La nozione e la comprensione di "una vita dello spirito" risale alle origini dell'umanità e hanno dato origine allo sviluppo delle scienze di avvio della tradizione del commercio detenuta dalla Gran Loggia massonica della tradizione francese.

Il Gran Maestro.

Il commento del Gran Maestro sulla tradizionale regolarità massonica

T:. R:. F:., R:. F:. Presso:. F:. e voi, miei Amati Fratelli,

La massoneria è di particolare interesse per il pubblico, curioso di sapere cosa rappresentiamo realmente; Chiunque ci ascolti è, naturalmente, guidato dalle sue motivazioni particolari. Per questo eviterò di alludere a ciò che è specifico della nostra arte, affinché questo messaggio possa essere accessibile sia ai muratori che a coloro che non lo sono.

Abbiamo preso la decisione cruciale di formare una confederazione internazionale di potenze massoniche, nel rispetto della regolarità massonica e di collocarci nel gruppo delle cosiddette organizzazioni massoniche regolari,

Il nostro approccio mira automaticamente a rimuovere dal paesaggio massonico mondiale il concetto che ci deve essere una sola obbedienza regolare per paese. Tale disposizione non è in linea con l'universalità della nostra Istituzione ed è solo una questione di considerazioni totalitarie e protezionistiche di un tempo che sono diventate obsolete oggi, fonte di abusi di ogni genere.

A tutti coloro che vogliono o vogliono sapere cosa rappresentiamo, specialmente a quelli che, fino ad allora, hanno monopolizzato il concetto di tradizione muratura regolare; diciamo loro che siamo per lo più alla base, provenienti da queste organizzazioni che hanno a lungo rappresentato il curriculum di muratura regolare. La nostra scelta non è stata guidata da interessi mercantili come nel caso di alcuni, ma da una profonda sete di conoscenza. Abbiamo creduto in quello che abbiamo fatto, amaval'arte che ci è stata insegnata quando era nelle condizioni di purezza. Non possiamo quindi mai tradire il nostro giuramento alla luce dell'arte reale.

Che questi non ci considerano quindi avversari, tanto meno nemici. Siamo semplicemente diventati co-abitanti. Tutti noi diciamo che i progressi compiuti attraverso la nostra ricerca ci hanno portato a domande che si sono concentrate su diversi aspetti delle nostre organizzazioni principali.

Così, per evitare di diventare critici, con il rischio di violare i nostri impegni, che era impossibile per noi o di prendere la decisione sbagliata di allontanarsi dalle colonne che estendono l'elenco dei delusi, o come alcuni dei nostri Fratelli hanno fatto, di aderire a organizzazioni le cui fondamenta non sono conformi al nostro ideale, abbiamo preso l'iniziativa di intraprendere questo percorso. La nostra decisione è stata dettata principalmente dal seguente importante motivo:

La nostra disapprovazione per molte disposizioni e comportamenti inconcepibili all'interno di organizzazioni massoniche regolari per diversi anni. Purtroppo, tali pratiche riprovevoli hanno la benedizione degli organi di governo di queste obbedienze e non sembrano essere in grado di essere interrogate come dovrebbero.

Spero che invece di stigmatizzare noi, i nostri Fratelli di queste organizzazioni cercheranno invece di avvicinarsi a noi, ammettendo la nostra esistenza e anche sostenendola, perché il nostro obiettivo è solo quello di salvare la nostra muratura dalla pura tradizione da tutti gli eccessi a cui è costantemente esposta. Rimaniamo parte di un approccio che è quindi parte dell'ordine di bonifica, restauro e conservazione dei valori della nostra massoneria di pura tradizione.

Per quanto riguarda la nostra regolarità massonica, deriva dal fatto che rispettiamo scrupolosamente:

  • La tradizione dell'iniziale selezionando l'impetuoso sulla loro qualifica personale in relazione all'avvio, senza tener conto della loro posizione sociale o di qualsiasi altro interesse,
  • Simbolismo preso nella sua universalità spirituale e non da una prospettiva sociale, morale, politica o confessionale,
  • I luoghi di interesse,
  • La pratica rituale più autentica e pura,
  • Antichi rituali senza alterazioni o modifiche,
  • La modalità di trasmissione ereditata dai nostri ex Fratelli.

Secondo estratti dal REGIUS primo articolo: Maestr
o Mason sarà fedele alla sua fratellanza. Il compagno no
n chiederà mai più di quanto possa fare con esso. A costo della vit
a, in buona fede, imposterà il suo salario equo. Maestro Mason
, ecco la sua legge: agire semp
re come un leader onesto, che nessuno può aspettare invano per il rigore che vi viene prestato. Non accetta
te mai una tangente da parte di un compagno, dal vostro Signore, non ricevete nulla di alcun tipo, proveniente dal peggio o dal meglio, che la dignità non può sopportare.
Quindi, senza alcuna riluttanza, avrà la tua coscienza per te. Q

uesto articolo ha un significato profondo e ciascuno dei capi delle cosiddette obbedienza regolari dovrebbe renderlo un soggetto di meditazione per la sua coscienza.

La nostra istituzione, come tutti sappiamo, è sempre stata oggetto di attacchi esterni che non risalgono ad oggi, grazie alla sua nobiltà assertiva e comprovata, è stata spesso in grado di rimanere intatta. Operando in questo modo, le personalità più illustri come persone semplici, tutte di buona fama non hanno deviato marciando davanti alle nostre porte per essere ammessi nelle nostre fila, senza la certezza di essere accettati. Perché così tante defezioni nelle nostre fila in questi giorni? Anche se il reclutamento non è in caduta libera a causa dell'entusiasmo generato dalla nostra arte reale.

Non mi spingerò fino a dire che la nostra Istituzione sta scomparendo. Nei paesi francofoni avremmo potuto sperare di trovare un domani migliore se il demone metallico avesse accettato di allontanarsi dalle nostre colonne, un compito non facile. Nei paesi anglofoni la situazione è indubbiamente più deplorevole e tutti si comportano come se nulla fosse accaduto. Tuttavia, se uno è da un lato o dall'altro, è ovvio che il volto della muratura regolare non abbellisce e del tutto il contrario.
In tutta coscienza non possiamo più rimanere nella cecità totale.

Infatti, mentre sfogliavo i mezzi di stampa negli Stati Uniti d'America, nel Regno Unito, in Francia, in Africa a sud del Sahara e in altri angoli e angoli del mondo, scopro con stupore come la nostra organizzazione sia derisulla. Nonostante tutto questo, nessuno reagisce. Si potrebbe pensare che tutto fosse normale. Eppure il nostro curriculum massonico sta davvero soffrendo a causa dei suoi membri.

Non siamo lontani dalla trama conosciuta dai Maestri massoni. Molti non si rendono conto che si stanno dirigendo verso il tradimento se perseveriamo nella nostra ingenuità, lasciando le cose come sono. Naturalmente, ci sono molte organizzazioni massoniche o paramaonie oggi, ognuna con i propri obiettivi. La mia preoccupazione non è in questa proliferazione di organizzazioni, è altrove. Né giudico nessuno o nessuno di questi gruppi. Alcuni possono trovare la loro felicità lì.

Ciò che mi preoccupa oggi è lo stato di muratura presumibilmente rispettoso dell'antica tradizione senza alterazioni. Questa muratura ha come nemico: se stessa!

Non volendo guardarsi davanti allo specchio, provoca una serie di defezioni dai suoi ranghi. Queste defezioni sono all'origine della creazione di obbedienza che sostengano qualsiasi tipo di pratica a scapito della vera arte. La colpa non è di coloro che creano tali organizzazioni, anzi la responsabilità spetta a coloro che hanno dimenticato di avere il dovere di conservare e di trasmissione, tutti puri e incontaminati.

Come immaginate che il mondo esterno possa avere un'immagine positiva di entità denunciate dalla stampa a causa delle azioni di una categoria minoritaria di loro membri che purtroppo godono di poteri incommensurabili? Immaginate le person
e che hanno aderito a un'organizzazione perché era ritenuta nobile, rimangano lì mentre all'interno di essa regnano: corporalismo, avverismo ad alto livello appena velato, arbitrarietà, insediamenti laici di conti profani (sospensione, esclusione, cancellazione di fratelli che non ci piacciono, gelosi o con i quali siamo in conflitto nella vita civile, ecc .), mentre molti Fratelli così esclusi incarnano meglio la lealtà o la scienza comprendente meglio di coloro che comprendono la nostra scienza li hanno sminueti, che generalmente non capiscono molto nella nostra arte e non hanno posto nella nostra istituzione? Tali abusi di potere sono sopportabili o in linea con la tradizione? È normale che
i fratelli in difficoltà non ottengano alcun sostegno o conforto dai membri di una fratellanza che pretende di essere fraterna e caritatevole?

Che cos'è questa muratura regolare che permette la costituzione sotto la sua bandiera di obbedienza con connotazioni politiche?

Chi affida i nostri misteri e il martello a persone che non li meritano affatto? Che cosa è questa muratura regolare che continua a lasciare le organizzazioni massoniche con connotazioni razziali (muratura bianca e muratura nera negli Stati Uniti, ecc…)? Dove sono i principi dell'universalità e della fratellanza sconfinata? Non abbiamo passato il Secolo delle Luci?

Dovremmo lasciare il monopolio della muratura tradizionale a queste cosiddette organizzazioni regolari che approvano le decisioni non massoniche prese da organizzazioni straniere che sono diventate politicizzate e si sono formate? Dovremmo lasciare il monopolio della regolarità a coloro che si abbandonano ad affidare il martello della regolarità a personalità politiche di paesi non democratici? A coloro che chiudono un occhio su tutto ciò che vedono come dannoso, vendendo massoneria a beneficio dei loro interessi non massonici?

Non rispondiamo a !!!

Nei nostri occhi e nei nostri cuori, questa muratura ha fallito in ogni modo. Non riuscendo deliberatamente a infondere valori massonici in coloro che non li conoscono, ha contribuito alla creazione di organizzazioni massoniche pseudo-regolari che in realtà sono solo per nome.

Il nostro fermo attaccamento alla muratura della tradizione pura, che chiamiamo la muratura dei mestieri, ci ha logicamente guidati nel modo di difendere la nostra arte reale. Da qui la decisione di organizzare e riunire intorno al nostro ideale ogni fratello interessato alla conservazione dei principi di base della muratura regolare.

Da qui la nascita della nostra Confederazione Internazionale delle Potenze Massoniche, composta da tutte le grandi Logge della nostra confederazione. La cosa più importante per noi in questo momento non è il numero dei nostri membri, ma la qualità personale di ciascuno.

I nostri obiettivi sono chiari. Dobbiamo ridare forza e vigore alla muratura tradizionale, praticare l'arte secondo testi antichi, preservare l'etica massonica che è stata dimostrata tra i nostri fratelli dei tempi antichi, riconoscere nelle nostre obbedienze la sovranità delle logge, vegliare sulle logge in modo che non ci sia abuso da parte di chi è presidente, senza interferenze sui loro affari interni , senza mai dimenticare che le logge formano obbedienza e non il contrario, in modo che coloro che presiedono le logge possano godere appieno dei poteri conferiti loro dai governanti dell'ordine senza abusarne.

Così dico a coloro che sono responsabili del presiedere al destino delle nostre logge che non devono mai perdere di vista il significato dei loro obblighi. La nostra sfida è combattuta e lo sarà finché i nostri avversari non saranno scoraggiati. Dal momento che siamo convinti, d'ora in poi non daremo nulla a nessuno e non risponderemo più ad alcun attacco dall'esterno. Non diventiamo nostri nemici all'interno.

Lavoriamo affine che possiamo permettere a molte persone di godere e gioire del nostro lavoro. Dobbiamo fare dei nostri fratelli e delle nostre donne i degni servitori della nostra istituzione e dell'umanità. Il mio desiderio è che i nostri fratelli si trovino a tutti i livelli della vita civile e che ciascuno al suo livello, con il suo comportamento onorevole nel mondo secolare, ripristini lo stemma della nostra massoneria.

L'assistenza fraterna deve essere viva tra noi in ogni momento e in tutti i continenti. Incoraggiamo gli sforzi che saranno ricompensati con il lavoro. Non coltiviamo lo spirito di facilità o quello della pigrizia, del dispotismo, dell'accattonaggio. La difesa dei nostri interessi, quelli dei nostri fratelli e delle loro famiglie rimarrà tra le nostre preoccupazioni. I nostri primi dirigenti che vengono eletti o nominati in questo giorno si affidano al sostegno di tutti noi. Da ogni continente e da ogni paese, lavorate mano nella mano, consultate regolarmente e coordinano le nostre azioni per una maggiore efficienza.

Esprimo le mie calorose congratulazioni a tutti i membri riuniti attorno al Conservatorio Supremo di Riti di Tradizione per i voti simbolici e di perfezione, ai Consigli massonidelle delle Grandi Loggie e alle Logge della nostra confederazione. Ringrazio dal profondo del mio cuore i fratelli della Gran Loggia massonica francese della tradizione, per la loro partecipazione a questo movimento, incoraggiandoli a continuare inesorabilmente, nonostante le insidie.

Ringrazio tutti coloro che si fidano di me in questo modo, affidandomi pesanti responsabilità, tra Fratelli più anziani e più esperti. Farò continui sforzi per non deluderti mai. Insieme a tutti loro continuerò a lavorare instancabilmente per lo sviluppo della nostra organizzazione e la sua influenza in Francia e nel mondo.

Nulla dovrebbe mai scuotere la nostra catena di unione di nuovo.

Quella è la G.A.D.L.U. ci guida in tutte le nostre azioni e ci protegge per tutta la nostra carriera massonica e la nostra vita.

IL GRAN MAESTRO.

Tavolo scatola della Gran Loggia massonica della Tradizione frances
e- Tavolo Scatola del XVIII secolo –